Se non ci provi hai Perso ancora Prima di Partire !!!
E se arrivi in fondo, hai Vinto Sempre e Comunque.

Beppe GM & Gert dal Pozzo

martedì 30 dicembre 2008

AAAARRRRRGGGGGGHHHHHHH !!!!!!!!




74,5 kg ...........maledetta bilancia...... oggetto immondo e inutile ......la smonterò e spargerò tutti i suoi bulloni in fondo al fiume.....bastarda e insensibile, ma come si puo' fare una fatica immonda per perdere tre miserevoli kg in due mesi di corse.....tra

asfalto boschi e verdi praterie.... e quant'altro mente umana puo' concepire per fare fatica e spremere sudore....per poi in sole due miserevoli settimane di pochi vizi e un pò di stravizi, recuperarli abbondantemente.

Non è giusto però.......tutti ce l' hanno con me perchè sono piccolo e nero.

Da domani basta prendo a schiaffi l'ultimo cotechino .....sotterro lo zampone (anche se respira ancora) e ricomincio con una vita sana e morigerata.

Il 4 gennaio 2009 la mia prima vera uscita in un Winter Trail 21 km al Poggiolo vicino a Ravenna con le mie salamon che mi ha portato Babbo Natale, di tutti i miei compagni di avventura nessuno ne vuol sapere di seguirmi tutti guardano schifati questo tipo di gara che io invece so già di amare.... quindi viaggio solitario.....vi racconterò di questa nuova avventura.

Ciao a tutti e a presto.....3 kg di nuovo 3 kg da consumare...... che tristezza.....grande tristezza......immensa tristezza.

Dante 

domenica 21 dicembre 2008

MEZZA MARATONA DI CASTELMAGGIORE

Questa è una gara che amo.....il motivo è che probabilmente è la prima gara dove sono sceso sotto le due ore nei 21 km ed è la prima volta che mi sono sentito un pò un vero quasi atleta.

Si corre in mezzo alla campagna di Castelmaggiore paese in provincia di Bologna, ed è una classica invernale 400 runner che quasi si conoscono per nome ed un'organizzazione valida, ma che usa ancora i vecchi metodi di qualche anno fà che chi corre da lunga data conosce bene.....ma che a me, quasi novello corsaiolo, fanno molto sorridere.....

Si inizia con il rito dello scarabocchio sul pettorale prima dell 'entrata in gabbia....la punzonatura e si finisce col rilevamento fatto dal lettore per codici a barre all'arrivo. 

Non ho capito poi, se i dati vengono inviati direttamente alla cassa della Coop locale per fare le classifiche :-)   

La mia gara è andata, come al solito, esattamente al contrario di quello stabilito in partenza.....tutti concordi per fare non fatica...... un allenamento e basta ci siamo detti in partenza.....gambe dure da ripetute in salita e collinari vari.... facciamola con assoluta calma......morale primi 5 km tra i 4' 40" e i 4' 50" a corrersi dietro come dei bimbi.

Poi per fortuna si scoppia e si rallenta, per farla breve sono arrivato in 1 h e 45 minuti quasi PB....ma con le gambe durissime intasate di acido lattico ed altre scorie varie di origine non identificata (forse canditi ed estratto di pandoro).

Oggi, a due giorni dalla 21, per riposarsi di corsa fino a San Luca il nostro minicolle.....una salita mozzafiato con tanto di gradini fatti  due per passo perchè noi siamo dei "sboroni" cuore oltre 170 battiti che per me è un livello difficile da raggiungere....ho notato facendo il percorso per la terza volta da quando ho iniziato il potenziamento un deciso miglioramento nella potenza e nella resistenza alla fatica violenta quella da strappone.... spero mi serva per il futuro, ora un pò di riposo poi proviamo a  afare le ripetute un pò più veloci delle ultime veramente deludenti, qua sotto il mio grafico della salitazza.




Ora arriva il Natale un periodo che io non amo particolarmente....... però auguro a tutti voi una marea di tempo in piu' per fare gli affari vostri.......  senza pensare al lavoro....... alla recessione e alla digestione.......che possiate fare tanti km tutti in allegria e il piu' velocemente possibile.

Ciao a tutti Voi

giovedì 18 dicembre 2008

OGGI RIPETUTE



Oggi 20 minuti di riscaldamento poi via con le ripetute come da tabella, 14 x 400 sembrano tante e vi assicuro che lo sono davvero, mi si chiedeva come tempo di riferimento 1' 38"..... ma quando mai...... non le avevo mai fatte quindi sono partito pian pianino, meglio di così signori miei il sottoscritto per ora non fà.



Domani riposo e piscina alla sera le mie solite 30 vasche stile libero.....molto libero sabato riposo poi scatta l'ultima 21 km dell'anno.....vedremo. 

Ciao a tutti e buone corse.






giovedì 11 dicembre 2008

FASE UNO: POTENZIAMENTO


Questa è la pista al coperto che noi bolognesi utilizziamo per il potenziamento invernale....unica nel suo genere tutta al riparo dall'acqua e dal vento invernale.... uno degli impianti più vecchi in circolazione nato nel 1674 e pagato interamente dal Vaticano.....se guardate in basso a sinistra col gessetto c'è scritto PAR per partenza e ogni 10 mt abbiamo il nostro bravo riscontro .... e per non farci mancar di niente abbiamo anche un paio di km di portico per riscalcarci e per defaticare.

La nostra pista indoor è il portico che và alla basilica di San Luca con pendenze che arrivano anche al 22-24%...... roba da far tremare le gambe.

La corsa serve anche a questo, a farmi vivere diversamente  la città, apprezzando risvolti mai esplorati e che magari migliaia di podisti bolognesi da anni conoscono.

Ieri ho iniziato la tabella che mi porterà a Roma 2009, per 6 settimane si farà potenziamento. 

Ho iniziato con ripetute brevi in salita ripida 15x60 mt fatti a tutta velocità (nel mio caso velocità è parola altisonante, ma si fà quel che si pote), poi fartlek 1' veloce e 1' lento, ripetute brevi sul pari 14x400 e collinare 1h e 30''.....per ora tanta e tanta fatica, ma ho completa fiducia nel mio preparatore virtuale e sono convinto che tutto questo, che io non ho mai fatto seriamente, dovrà pagare almeno spero :-) 
  
Ciao a tutti e buone corse.

Dante 

lunedì 1 dicembre 2008

FIRENZE MARATHON 2008






"A porsi obiettivi non sfidanti e poi raggiungerli son boni tutti".


Questa frase, che mi è piaciuta tantissimo, mi ha frullato per la testa praticamente tutta notte di vigilia, chiunque frequenti it.sport.atletica sa chi l'ha scritta....voglio ringraziare il mitico Gert pubblicamente perchè non ha sbagliato un consiglio, e sopratutto mi ha permesso di finalizzare in maniera corretta le mie fatiche.....poi non sò, se per sola fortuna....ma non credo....addirittura ha centrato esattamente anche il mio tempo della maratona, della serie io ne sò e posso dire la mia con cognizione di causa....bravo Gert sei un grande.

Detto questo, che doveva stare prima di tutto il resto, vi racconto.....sabato notte fuori dalla camera d'albergo catinelle d'acqua su Firenze.......mamma mia i migliori auspici per il giorno dopo....

Poi finalmente La mattina dopo aver fatto almeno una mezzamaratona girandomi nel letto.... colazione in albergo e per scaramanzia come ogni maratona 1 etto di pasta in bianco alle 6 di mattina e un pezzo di parmigiano reggiano....lo so in molti storceranno il naso, ma la cabala non si tocca, e se funziona una volta non si cambia piu'.

Il mio gruppo podistico costituito da baldi giovinotti, dopo aver consegnato la borsa al boyscout di turno sul camion rosso che fà da deposito, si e' avviato a piedi verso il mitico piazzale...e qui è stata notte fonda..... l'adrenalina pregara e' stata trasformata in combustibile per cercare di mantenere caldo il fisico....una gran sofferenza....naturalmente....riesco a non arrivare all' appuntamento con gli ISANI travolto da un'ondata di acqua fredda.....ci siamo stretti...l'un con l'altro mescolando le piu' svariate bestemmie possibili e immaginabili.....dal toscano antico al Suomi classico, ognuno ha detto la sua contro Odino...e contro la RAI che ti fà perdere una marea di tempo per mandare la pubblicità..... maledetti cornutacci.

Allo sparo ho buttato via l'inseparabile preservativo rosa dell' ASICS e giu' a rotta di collo per scaldarsi....purtroppo il freddo mi ha morsicato un polpaccio e una coscia, non mi era mai capitato e neanche sapevo cosa fosse....la contrattura da freddo mi ha massacrato per i primi 15 km. Subito in discesa tre fantastici sgambetti in 3 km due Austriaci e uno Francese con tre numeri di alta scuola ginnica per stare in piedi.

Meno male che il freddo passa, subito prima considerazione sulla prima grande boiata che ho fatto.....la canottiera tecnica e tattica a maniche lunghe quando piove non si ha da mettere....ella, la gran bastarda, si inzuppa d'acqua e tu ti ci rimescoli dentro per tutta la maratona....prossima volta maglietta a manica corta e basta che l'acqua scivoli....tutto si ha da imparare, imparati non nasce nessuno.

Al 5° km smette di piovere e si cucca il palloncino delle quattro ore, fantastico gruppone che canta e balla con un coro da stadio continuo.....tipico canto da quinto chilometro......se ne parla poi alle cascine.

Il passaggio a Palazzo Pitti mi ha commosso.....bella Firenze, ma fantastici i fiorentini, sotto l'acqua ad incitarti e gridare bravi !!!! E non c'erano solo familiari amici e parenti dei runner, ma famiglie coi bimbi signore eleganti che magari stavano andando alla Messa.....insomma proprio come i vostri report da Milano.

Lungarno A.Moro 15K 1h 22 dice la tabella e io passo a -1 minuto perfetto stò da papa e anche i muscoli stanno meglio, da lontano arriva il vocio di incitamento per i top runer che stanno alla mezza....tanta invidia mannaggia.

E via passiamo di fianco al famoso cavalcavia e vedo gente che scende sono tutti giovanotti da tre ore e vanno come missili, ogni tanto cade l'occhio sul pallone delle 3 ore e 45 là a 600/700 mt e penso al Galet Paolo e Simo che dovrebbero stargli attorno..... per arrivare là mi vorrebbe un motorino.

Passaggio della mezza Largo gennarelli 1H 54 meno 2 minuti e vaaaaaiiiiiiiii !!!!!!!!! Mi giro verso il mio compagno di avventura il grande Gianni e gli dico stò da Dio.....ma la maratona è lunga e io questo lo so già.

25 km gran premio della montagna cavalcavia che un pò si sente vuole fatto con calma...infatti subito il polpaccio si lamenta.....ho una gran paura dei crampi non ne ho mai avuto uno in carriera e non vorrei proprio oggi tra freddo e fatica andare far danni.

Bellissimo il passaggio dentro Firenze, trovo i miei sostenitori personali che urlano come matti......gruppo di mogli e fidanzate al seguito..... inseparabili in vita e in morte, mi vengono le lacrime agli occhi e piazzo due km sotto i 5' 20'' per poi per fortuna rinsavire e rallentare opportunamente al 28 km il Gianni mi lascia e si mette sul suo ritmo maratona da 3 ore e 45 minuti e io rimango solo....un po' l'ho sentita la differenza un appoggio che conosci non guasta mai.

30km le "cascine" precedute dal tappetino rosso tipo sabbie mobili dove le scarpe affondano che è un piacere, entro nel viale che già conosco e grido venite cascine che vi faccio un c.....o così di fianco mi guardano perplesso e uno mi fà in spagnolo "yo vengo con ustedes" sul momento non capisco, ma il fatto che mi si inchiodi dietro potrà significare due cose o ha pensato ad un offesa e mi vuol picchiare o gli piace l'idea e mi usa da lepre........in tutti e due i casi... sguardo alto concentrato sul passo e pedalare verso l'orizzonte.....fantastico qui il numero di runner superati rasentano qualche centinaio mai fatto in vita mia....ma quanta sofferenza da guardare ...incito a destra e a sinistra perche' mi dispiace vedere mollare, ma sò anch'io che quando non ce nè più...non ce nè più....e basta.

35 km i tamburi.... lo spagnolo è morto salutandomi in allegria e mi affianca un gruppo di francesi "est la fin, est la fin" o giu' di lì, ma mancano 7 kilometri, 3.12.30 dice la tabella di marcia 3.12.00 dice il tempo.....ho perso il mio preziosissimo vantaggio...ed è ancora lunga.

38 km improvvisamente il calo lo so lo aspettavo Massini dice esci dalle Cascine e hai finito la maratona....mia nonna.....le scarpe zuppe d'acqua mi pesano 3 kg l'una i piedi gridano vendetta, ma io mi dico.... e no non puoi mollare, sei ancora tonico sei forte qualcuno grida ti incita.....devo tenere duro.

Mamma il lungarno verso Ponte Vecchio, ogni tratto in leggera salita in prossimità dei ponti e' una cima Coppi, poi il Ponte Vecchio si gira dentro e c'e' l' apoteosi tutta la gente urla per un attimo non pensi piu' a niente e via ...dritto verso il 40 km 3h41 sono sotto di un minuto avrei dovuto passare alle 3h40 decido di saltare il ristoro e giro deciso in mezzo a fiumi di runner piu' o meno in difficoltà....ora e' il mio momento tutti mi superano per 50 che mi passano io ne passo uno....non e' un buon segno decido di fare il treno ogni tanto mi accodo a qualcuno e cerco di resistere al suo passo e via così finche' non mollo e arrivo al 41 km e giu' in discesa per il lungarno con l'occhio che cade su quelli che hannno già finito e belli asciutti si godono il loro "Fiorino" poi Lui il cartello quello che fà piu' di tutto il doping del mondo.....42 km....... e  soli 195 mt di gioia tra urla scalmanate... passo sotto il traguardo e mi commuovo è stata durissima......bellissima......fantastica.....la più bella di tutte.... 3h54 personal best obiettivo raggiunto sotto le 4ore anche nel tempo ufficiale così non ci sono discussioni.

Note negative poche direi pochissime una su tutte.....tempo bastardo.....organizzazione buona rodata.....se voglio trovare un neo l'imbuto finale prima della stagnola riscaldante.....vorrebbe consegnata subito se pioveva all'arrivo la gente sarebbe stata male per il freddo.

Aggiungerei una cosa.....di solito la medaglia io la prendo e l'appoggio lì a far polvere, beh questa è decisamente una gran bella medaglia col suo Fiorino che frulla come il mio morale alle stelle.

Roma 2009 apettami che vengo lì e acchiappo le 3 ore 50.

Ciao a tutti e scusate la lungaggine...... ma a qualcuno avrò ben da raccontare mia moglie non mi sopporta piu' e non vuol sentir piu' parlare di maratona per almeno.....una settimana và..... facciamo una settimana non di piu' .

Dante con 3 ore e 54 di felicità nelle gambe.

domenica 23 novembre 2008

Ultimi 18 km



Oggi da bravo ho seguito alla lettera i vari consigli raccolti tra newsgroup e runner in carne e ossa, innanzitutto ho dovuto constatare che sono stati piu' mirati e corretti i suggerimenti avuti dal Pc che da persone reali, forse perchè piu' distaccati o piu' ponderati senza l'assillo del contatto personale.

E' buffo constatarlo, ma la mia impressione è che esporsi nel suggerire un allenamento faccia un pò paura insomma ho notato più ritrosia che generosità nell'insegnare qualcosa...tutto sommato questo è capibile o fai l'allenatore di mestiere o hai grande esperienza o altrimenti rischi di dare consigli sbagliati, e quando non c'è lo schermo del PC ci metti il faccione.

Oggi in compagnia di quattro amici prossimi a Firenze ci siamo fatti i nostri 18 km ad un passo a me congeniale, molto vicino al mio ritmo gara.

Abbiamo deciso di partire intorno alle 9 ora Firenze, mamma che freddo, io non sò piu' come vestirmi, dopo un'ora di corsa mi sono accorto di essermi vestito troppo, anche azzeccare i vestiti è difficile mannaggia....guardavo oggi i raggazi in Tv a Milano braghe corte e canotta....ma come caspita fanno.

Considerazioni finali questi sono gli ultimi 18 km sono scivolati via come la passeggiata domenicale per comprare il giornale....non ho mosso il sudore...quindi da ciò deduco che l'allenamento e la mitica tabella ha funzionato, sono proprio a piombo.

Questo dà sicurezza e mi permette di ben sperare per domenica.

Ora:
Lunedì riposo
Martedi 10 km
Mercoledi riposo
Giovedi 10 km
Venerdi riposo
Sabato 6 km prima di partire
Domenica.....

poi.....Lunedì vi racconterò fatti e misfatti... a tutti i compagni virtuali di questa magica avventura un gran in bocca al lupo e che possiate raggiungere il vostro mitico obiettivo.

Dante

giovedì 20 novembre 2008

Pensieri......

Settimane di scarico....affrontate con un pò di senso di colpa per la diminuzione dei km corsi, con i dubbi che affiorano assieme ai vari dolorini, oggi il ginocchio, domani sarà il tallone... ad un anno e qualche mese dal giorno in cui tutto ebbe inizio, quella di firenze 2008 sarà la mia terza maratona....mi sento quasi un veterano speriamo al ritorno di non sentirmi un reduce :-)

Sono curioso di mettermi in gioco.....stavolta più che il risultato, importante sì, ma per me relativamente, quello che mi solletica è verificare se tutti questi allenamenti, stavolta eseguiti quasi alla lettera, daranno i risultati che tabella promette.

Il mio obiettivo è fare tutti i 42,195 km a 5' 30" ed è per questo che mi sono preparato, so già che per me sarà dura.

Non ho mai fatto sport a livello agonistico e me ne pento, perchè ora, ormai 50enne, apprezzo e mi godo questi momenti di attesa, quasi più belli che il momento magico della gara.

L' attesa....penso a tutti gli atleti che si preparano per mesi prima di una gara importante...un mondiale...un olimpiade...ora li capisco.

Per me la gara è vissuta in maniera diversa, divertita, mi prendo in giro con ironia come è giusto che sia, però...l'ansia....la curiosità....le attese, scommetto che quelle hanno lo stesso sapore e mi fà felice pensare che per una volta un pò atleta mi posso definire anch'io e magari arrivare a sentire anche se solo lontanamente quello che un giorno hanno provato un Baldini un Bordin la settimana prima di una loro gara.

Dante

lunedì 17 novembre 2008

La maratona di Firenze su map my run

sabato 15 novembre 2008

Cura del dettaglio "Le cascine"


Oggi la mitica tabella dice 25 km e noi baldi atleti decidiamo di andare a sfatare il mito in negativo della Firenze Marathon le "mitiche cascine" lo facciamo per due ragioni una la meno importante è quella di esorcizzare questo rettilineo alberato che tante vittime ha mietuto, l' altra la  decisiva che ha scatenato il nostro entusiasmo.....  la bistecca che ci aspetta al termine dei 25 km.

Impressioni ? Allora.... le cascine sono una bella gatta da pelare soprattutto il rettilineo lung' Arno, quello che se non sbaglio ti porta al 38 km un ' autentica mazzata al morale non so perchè, ma il fondo non arriva mai, io l' ho pedata per tre volte e la terza il fondo del viale.... giuro......si allontanava.

Morale della favola bisogna prepararsi e concentrarsi. perchè lì si decide cosa si vuol fare da grandi :-)

Io per ritemprarmi ho dovuto portare da 600 gr a 800 gr la pezzatura della bistecca....unico neo il locale che l'amico Gert aveva segnalato sul newsgroup it.sport.atletica è chiuso il sabato e la domenica, mannaggia.

Ora iniziano le due ultime settimane quasi di scarico un giorno solo di ripetute 4 x 2000 e 1 km di recupero a passo maratona , questo e' l'ultimo allenamento di qualità poi gli ultimi 18 km sabato o domenica e quasi scarico completo l'ultima settimana.

Nulla è rimasto d' intentato......e sia......... che il grande Mizuno Dio di tutti i podisti ( a proposito scarpe nuove  e presto per avvisaglia di vescica in avvicinamento) possa vegliare sulle ultime due settimane di allenamento.

Dante

lunedì 10 novembre 2008

THE LAST LUNGHISSIMO 35 KM

Ieri ultimo lunghissimo a meno 20 da Firenze sono tornato a Ravenna dove esattamente un anno fà ho attaccato il mio primo pettorale in una gara vera e dove ho fatto la mia prima 21 km tutti corsi (vabbè si fà così per dire in 2 ore e 01 ).

Mattinata fresca, con temperatura ottimale rovinata, a metà gara, dall'arrivo di un'imponente nebbione freddo che addosso alla maglia sudata è un'autentica delizia.

I miei 35 km sono andati piuttosto bene direi, ho rispettato la mia tabella e quando mi sono fermato ho dovuto compiere un'autentica forzatura....avevo gia' calato un po' il ritmo arrivando a fare i 5'40'' al km però le gambe giravano che è una meraviglia e le forze c'erano erano ancora lì a - 7km dall'arrivo ...avevo sul piatto il mio obiettivo le 3h e 55'' ......rompere il muro delle 4 ore......ma mi sono trattenuto tra la meraviglia di chi correva con me....ma come ??  Mi ha detto stai benissimo e puoi arrivare e tu ti fermi...... non so se è salutare fare una maratona ufficiale come ultimo lungo perche' la tentazione è decisamente forte.  

 

Questi i dati del mio Garmin 3 ore e 15 minuti al 35 km e questa sotto la mia è la mia tabella di riferimento per Firenze 2008.




Si parte dall'ottimistico 5' 25" a quello piu' realistico dei 5' 40" io devo assolutamente stare lì in mezzo e sapete cosa vi dico......io lo farò.

Buone corse a tutti voi.  

giovedì 6 novembre 2008

Punti di vista

A tutti voi immagino sarà capitato di avere le scarpe da running che emanano quel leggero odorino di cane bagnato.....con aroma simile al celebre formaggio tipico di Moena detto "il puzzone" .

E  tutti voi atleti e simil-atleti, colleghi di fango e sudore, avranno avuto la consorte leggermente rabbuiata per il profumo che si espande nell'aria e che molte volte rende off limits l'atmosfera casalinga.

Ebbene a me non capita......io ho chi mi apprezza....anzi io ho chi si immerge in cotanta atmosfera e sotto allego la prova provata di quello che affermo.



Sarà per il grande amore che riserva a me come capobranco, ma tutte le volte rimango estasiato da questa prova di grande affetto......per la cronaca si chiama Fragola e dopo un pò la vado a svegliare perche' non si sa mai......quale possa essere l' effetto all' uso prolungato.

Dante

mercoledì 29 ottobre 2008

E..............fuori piove



E' passato un anno e mezzo da quel giorno in cui ho iniziato a correrre "seriamente" diciamo da 3 a  4 allenamenti alla settimana compreso la sempre presente camminata o gara domenicale.....e per la prima volta da allora mi assale il dubbio.

Ma non è che io stia esagerando ? Ho 48 anni ed ho iniziato come tanti perchè, da sempre grande amante del cibo e dello stravizio in genere, avevo raggiunto l'iperbolico peso di 89 chilozzi con lancetta oscillante pericolosamente verso il 90....morto che parla :-) 

Un metro e ottanta e fsico che doveva essere longilineo,mingherlino, il classico magrino con spalle strette....ora tondo in un 56 barra 58 di taglia con cintura ormai senza piu' spazio per successivi buchi....insomma situazione da ultima spiaggia....da non ritorno.

E da quell'ultima pesata che è scattato l'insano meccanismo.

Complice un gruppo di nuovi amici, runners da sempre, ed un regalo molto gradito un libro del grande Stefano Baldini "Con le ali ai piedi"  che insegnava una tabellina fatta di qualche minuto di cammino seguito da qualche minuto di corsa...che ancora ricordo ben bene, fatto col cuore in gola  e pressione sanguigna che pompava paurosamente sulla giugulare.

Poi un pò alla volta i chili calano si arriva quasi a correre con continuità, ed alla fine, si arriva alla mitica prima ora tutta di corsa 9 km in un' ora era per me pura fantascienza fino a tre mesi prima, ed ora era una realtà.

Su quel libro un'amica mi ha scritto "chissa che non si arrivi alla maratona".

Maratona era una parola a me sconosciuta....sì avevo goduto a vedere Stefano arrivare col sorriso a 32 denti ad Atene,  prima ancora a Seul il mitico e grande Bordin....ma dal divano...comodo divano.

Poi la tabella......poi una mezzoretta....poi la camminata con gli amici podisti....un'oretta di corsa ed improvvisamnete il baratro si spalanca davanti a me  l'insana idea di affrontare la prima gara....ho davanti agli occhi il mio faccione con sorriso ebete stampato mentre "installo" il mio primo pettorale. 

Poi la prima 21 km a Ravenna e poi altre e altre ancora 10-15-30 km e via in una voragine senza fine finche'....zac scatta la molla e decidi, la faccio anchio, ci provo, e via la prima maratona fatta a Torino....tabelle, sudore, fatica, ma che bello ho ancora i brividi  e mentre penso basta ci vuole un pazzo mi iscrivo a Praga per la seconda....e poi a Firenze per la terza....e poi anche a Roma per la quarta.

Tabelle.....ripetute ....medi ...lunghi......fartlek....ritmo gara ? Ce la faro' ? 3 allenamenti sono  pochi meglio 4 e via .....e adesso ?

Adesso sono qui che guardo fuori dalla finestra e mi sento stanco un pò dubbioso....ma è salutare tutto questo, ma siamo poi certi che faccia davvero bene ? Ma ne vale poi la pena ?  Forse è meglio fermarsi..... riposare.......rallentare.

E intanto dalla finestra vedo che inizia a piovere e piove tanto come era da tempo che non succedeva.....acqua a catinelle, ma è il mio giorno di recupero e chi se ne frega......un muro d'acqua..... acqua ? 

Io non ho mai corso sotto l'acqua......già chissà comè correre sotto l'acqua........corro a vestirmi in fretta e furia.

Canotta... braghini...capellino...scarpe vecchie cosi' non si rovinano..... in fretta prima che smetta.

Nelle orecchie i Led Zeppelin 2 km di riscaldamento a 5'40'' e poi  1 km veloce a 4'55'' con recupero di un km a 5'25'' ritmo maratona ....diciamo  forse ritmo maratona ....per 6 volte....contento come un bimbo che ciabatta nell'acqua......fantastico 15 km di felicità.

Sì .....ne vale la pena....perche' correre non è solo bello....è vivere la vita in modo diverso.....e recepire sempre sensazioni forti ....piu'vere....è godere la realtà da un'angolazione differente.

Aspettami Firenze sto arrivando.

Dante